Condoriri 5700m

 

Il Cervino boliviano 

Le sue forme catturano lo sguardo durante il tragitto che da La Paz porta al Lago Titicaca, si trova infatti nel mezzo della Cordillera e a due passi da Peñas. La montagna è composta da tre vette, il profilo delle quali richiama proprio alla forma del condor, che le da per questo il nome.

La cima principale, la "Cabeza del condor", è estremamente estetica tanto che richiama leggermente alle forme perfette del Cervino. 

La via normale di salita a questa montagna richiede un buon allenamento e buone capacità tecniche in quanto nella sua ultima sezione presenta alcune difficoltà alpinistiche. Si tratta di una salita effettuabile in 2 giorni, che si sviluppa principalmente su ghiacciaio e terreno misto facile in canale e cresta.

ñ

L'ascensione

Durata

2 giorni

giorno 1: Peñas - Campo base/alto

giorno 2: Campo base/alto - Cima - Peñas

 

Difficoltà tecnica

Media [AD+]

Salita su terreno glaciale o misto poco difficile, con passaggi in canale e cresta di massimo 60°

Attrezzatura

Alta quota

Necessario un buon equipaggiamento che vi può essere fornito da noi prima dell'inizio dell'ascensione 

Pernottamento

Rifugio

Il pernottamento viene effettuato in rifugio al campo base o in tenda nel campo alto a libera scelta del cliente

La salita verrà effettuata con l'accompagnamento di una guida alpina con un rapporto guida/clienti di 1 a 2, se richiesto sarete affiancati nella fase di acclimatazione, strettamente necessaria per la buona riuscita della salita.

Gallery

Programma approfondito

giorno 1

In mattinata è prevista la partenza da Peñas o da La Paz in direzione della laguna Tuni Condoriri posta ad una quota di 4500m circa, da dove inizierà il trekking di avvicinamento alla laguna Chiar Khota, campo base per le ascensioni alle vette della valle del Condoriri. La laguna si trova ad una quota di circa 4700m e il suo raggiungimento è per questo molto tranquillo, nel pomeriggio è possibile fare qualche passeggiata nella zona ammirando le numerose Vizcachas che popolano la zona. Un'altra possibilità è quella di salire direttamente a campo alto, posto ad una quota di 5200m, che dà la mattina seguente accesso diretto al ghiacciaio.

giorno 2

La partenza da campo base è prevista normalmente verso le 3 della mattina, e inizialmente la salita si svolge su sentiero che in due ore e mezza ti permetterà di raggiungere campo alto e quindi di mettere piede sul ghiacciaio. La prima parte della salita su ghiacciao non presenta particolari difficoltà, e ti depositerà alla base della parete sud-est della montagna, nella quale si nasconde un canale che raggiunge pendenze di 60° circa nella sua ultima parte e che ti porterà sull'aerea cresta che conduce alla vetta. Quest'ultima parte di ascensione sarà decisamente la più scenica vista l'estetica incredibile di questa cresta e della cima stessa. La giornata proseguirà con la discesa verso campo base e il rientro a La Paz o Peñas.

©2019 di La Cordillera APS

  • Facebook